Alito Pesante?!

Lascia un commento

L’alitosi nei cani non è affatto rara, ma non è una caratteristica naturale dei nostri pelosi.

Quando lo percepiamo, soprattutto in modo persistente e in soggetti giovani, allora significa che qualcosa nella loro bocca non va. Sono, infatti, i batteri della placca a liberare grandi quantità di composti a base di zolfo che, oltre a provocare il cattivo odore, possono alla lunga danneggiare direttamente le mucose.

I cani adulti e di taglia piccola sono i più colpiti da disturbi della bocca quindi è importante essere particolarmente attenti se notiamo alitosi e difficoltà a mangiare. In quest’ultimo caso andate immediatamente dal veterinario.

Per quanto riguarda l’alitosi, un efficace rimedio naturale è il prezzemolo.
Lo potete sminuzzare e metterlo a piccole dosi nella pappa oppure potete acquistarlo in specifici negozi per animali sotto forma di collutorio in pasticche. Garantisce un alito fresco ed è del tutto naturale.

In commercio vendono anche spazzolini e dentifrici per cani che possono essere utili per mantenere una corregga igiene orale. Ma se il cane non viene abituato da piccolo o è particolarmente docile, difficilmente si riuscirà a lavargli i denti!

I dentifrici umani sono vietati! Contengono sostanze (es. fluoro, xilitolo) che, una volta ingoiate, possono danneggiare il loro stomaco, o essere anche tossiche. Per questo, è importante scegliere dentifrici appositamente formulati per cani.

I giochi da mordere hanno la funzione di aiutare a mantenere la dentatura pulita. Anche la carota cruda data come snack, quello che chiamiamo CarotOsso, ha la stessa funzione.

In commercio troverete anche crocchette e ossi vegan che aiutano l’igiene orale.

Comunque, (se il peloso non mostra problemi più gravi per i quali è indispensabile accudire al medico) come rimedio casalingo rapido ed economico provate con il prezzemolo e, così, non dovrete arricciare il naso durante un intenso momento di leccotti sulla faccia!!

Fonti di Ferro

Lascia un commento

Fonti nutrizionali: IL FERRO

Il ferro è un elemento indispensabile dell’organismo umano e canino.

La sua funzione principale riguarda la produzione dell’emoglobina che é la proteina presente nei globuli rossi che permette il trasporto dell’ossigeno a tutti i tessuti

Inoltre produce la mioglobina, un’altra proteina che serve a fissare l’ossigeno all’interno dei muscoli.

Fonti alimentari per una cane vegan sono: sedano, mandarini, spinaci, vari frutti, verdure, noci, cereali integrali.

Non esagerate con gli spinaci, in genere non gli piacciono e possono causare vomito.

Ultima moda salutista: Bacche di Goji

Lascia un commento

L’ultima moda in quanto ad alimentare naturale per i nostri amici a quattro zampe viene dall’America: le bacche di Goji.

È stato provato che fanno bene anche agli animali, con le stesse qualità e proprietà nutrizionali che si riscontrano nell’assunzione da parte dell’uomo.

Queste miracolose bacche contengono una quantità di antiossidanti 4000 volte superiore all’arancia, pertanto sono estremamente benefiche.

La dose da dare ai nostri amici a quattro zampe è cinque/sei bacche per chilo di peso dell’animale, in modo da avere un’assunzione equilibrata.

Dobbiamo ricordare che anche negli animali le bacche di Goji stimolano la sessualità quindi occhio se i vostri amici non sono sterilizzati, scelta senza dubbio consigliata.

Tutti in erboristeria a comprare le bacche di goji, per loro e per noi!

Semi di Girasole

1 commento

I semi di girasole sono buone fonti di minerali, vitamine e grassi monoinsaturi, che sono grassi sani. La vitamina E contenuta nei semi di girasole può migliorare la pelle del cane.
I semi di girasole sono anche ricchi di ferro e poveri di grassi saturi; possono essere utilizzati come ottimo ingrediente per preparare biscottini e pane fatti a mano.
Inoltre i semi di girasole aiutano il cane a rilasciare lo stress e, conseguentemente, a rilassarsi.
Una nuova ricerca dimostra che i semi di girasole sono ricchi di vitamina B8 e selenio che aiutano il cane sentirsi meglio e più felice. Essi possono essere utilizzati, infatti, per trattare la depressione e la nevrastenia. Se avete un cane sensibile o con un passato difficile alle spalle, i semi di girasole sono un ingrediente irrinunciabile nelle vostre cucine. Non esagerate con le dosi però, qualche semino ogni tanto è la giusta misura.
Si devono dare sgusciati perché i gusci possono provocare disturbi digestivi e intestinali.
E ‘importante notare che alcuni cani sono allergici ai semi di girasole. La prima volta che li somministrate, osservate la reazione del cane per verificare eventuali reazioni allergiche. Evitateli se il cane sviluppa qualche allergia.

Curcuma

Lascia un commento

Come da richiesta di uno dei nostri followers, pubblichiamo il nostro consiglio sulla curcuma!

La Curcuma è una spezia dal caratteristico colore rosso usata soprattutto nella cucina Asiatica e Medio-orientale.

E’ uno dei più potenti antinfiammatori naturali e può essere utilizzata non solo per noi umani ma anche per i nostri amici cani. E’ anche un antiossidante e neutralizza i radicali liberi che possono causare infezioni dolorose, soprattutto artriti, osteoartriti, artrosi anche in fase acuta e dolori muscolari. Protegge e rinforza le cartilagini.

La Curcuma nel cane è utile per disturbi del fegato e delle vie biliari: ha un’azione epato-protettrice stimolando la secrezione di bile. Se il vostro cane soffre di problemi di fegato consultate il veterinario prima di somministrarne perché alcuni studi hanno provato che potrebbe aggravare il problema.

E’ un antitumorale particolarmente efficace in casi di tumori intestinali. Se il vostro cane sta affrontando la chemioterapia, la curcuma aiuta a ridurre gli effetti negativi.

E’ un depurante e disintossicante del corpo, oltre che un naturale antisettico e antibatterico. Uccide i parassiti intestinali e aiuta a prevenire la cataratta.

Potete aggiungere la curcuma in polvere,  ¼ di cucchiaino da te un paio di volte alla settimana in mezzo a un pasto, per aiutare il vostro peloso a restare sempre in forma. Assicuratevi che il peloso abbia abbondante acqua a disposizione perché provoca sete. Sia che la compriate in polvere che in radice, è meglio che sia organica in quanto i vari pesticidi usati per coltivarla potrebbero diminuirne gli effetti.

Precauzioni d’uso:  se il vostro cane ha condizioni mediche particolari, ha il diabete, è incinta, sta allattando, è sotto terapia o sta per fare un intervento, chiedete al vostro veterinario prima di somministrarne.

Olio Extra Vergine d’Oliva

Lascia un commento

E’ benefico per il pelo, il derma ed il transito intestinale.

L’olio extra vergine di oliva (EVO) è uno degli ingredienti fondamentali della cucina mediterranea. È consigliato tanto per l’uomo quanto per il cane. Il pelo del cane è bello se pulito spazzolato adeguatamente e la sua alimentazione è equilibrata. Basta un cucchiaino – ma la quantità dipende anche dalla stazza del cane – di olio mischiato al cibo per aiutare i nostri amici a mantenere un bel pelo lucido.

L’olio di oliva può essere somministrato tutti i giorni, o a giorni alternati. Gli acidi grassi insaturi dell’olio di oliva fanno bene anche alla pelle del cane, ma senti il veterinario se sospetti che ci sia un problema dermatologico. Ulteriore beneficio che il cane può trarre dall’olio di oliva è un aiuto in caso di stitichezza, ma attenzione perché se la quantità di olio di oliva diventa eccessiva si può incorrere nel problema opposto, ovvero la diarrea.

Diritti fotografici esclusivi di Francesco Baiocchi. Visita la pagina facebook/frbaiocchi e aggiungi un LIKE!

Cibi Vietati: il Cioccolato

Lascia un commento

Esso contiene una sostanza chiamata teobromina che né i cani né i gatti possono metabolizzare.

Questo componente tossico si accumula nel sangue causando gravi effetti sull’organismo.

I sintomi dell’intossicazione si manifestano rapidamente, in qualche ora, e sono vomito, diarrea, iperattività, aumento del ritmo cardiaco, respiro affannato, tremori, crisi convulsive, perdita di coscienza, coma e morte nei casi più gravi.

Quindi, nessuna eccezione! Per i nostri niente cioccolato: resistete ai loro occhioni, loro non sanno che è tossico e noi abbiamo il dovere di proteggerli.

Non so per voi, ma per noi della redazione è un’ottima notizia, così il cioccolato ce lo pappiamo tutto noi (quasi nascoste da loro per evitare gli occhi languidi, ahimè)!

Diritti fotografici esclusivi di Francesco Baiocchi. Visita la pagina facebook/frbaiocchi e aggiungi un LIKE!

Xilitolo

Lascia un commento

Dolci, gomme da masticare, pasta dentifricia, prodotti da forno e alcuni cibi dietetici sono addolciti con lo Xilitolo, anche chiamato zucchero del legno.

Esso può causare un aumento nella circolazione di insulina nel corpo del cane e può portare anche a problemi seri al fegato. L’insufficienza epatica può manifestarsi in pochi giorni.

Quindi occhio a non dare ai vostri cani caramelle o prodotti dolciari industriali. Se volete lavar loro i denti fatelo con dentifrici appositi che si trovano nei negozi specializzati.

A Tavola, Quando?

2 commenti

I cani onnivori mangiano di solito una volta al giorno mentre per i cani Veg è consigliato dare due pasti, più piccoli, al giorno: colazione e cena, più uno snack. Seguendo questo ritmo giornaliero i nostri amici non hanno mai avuto problemi di salute.

Almeno un terzo dell’apporto di cibo giornaliero deve essere costituito da proteine da mischiare al resto degli ingredienti. Non date loro piatti unicamente proteici (solo legumi, solo derivati della soia…), la combinazione tra gli elementi è importante per l’equilibrio della dieta.

In quanto allo snack, o merenda, è ottimo un frutto (guardate la tabella dei Cibi Vietati e l’articolo sui Semi, nella categoria ‘Consigli nutrizionali’ ) o una verdura cruda come carota, cetriolo, zucchina, sono eccellenti. Altrimenti in vendita ci sono anche biscotti o ossi vegan.

Precisazione:

Per i cani veg si consiglia di dare due pasti, più piccoli, al giorno. Non raddoppiate la dose cibo durante la transizione da onnivoro a veg.

Dolci e Caffeina

3 commenti

Nonostante gli zuccheri siano un combustibile fondamentale e ottimi regolatori dell’attività della flora batterica, i cani non li assimilano con facilità.

I nostri amici pelosi, infatti, hanno difficoltà a digerire il lattosio presente nella maggior parte dei dolci, nonché nel latte e nei prodotti derivati.

Proprio per il fatto di non riuscirli a metabolizzare correttamente, l’apporto di zuccheri può provocare l’insorgenza di alcune patologie come ad esempio il diabete mellito.

I sintomi iniziali possono essere vomito, perdita di coordinazione e apatia.

Anche la caffeina è tossica per i nostri amici.
Quando parliamo di caffeina non parliamo solo di caffè, ma anche di té. Tracce di caffeina si trovano nel cacao, cioccolato e bevande energizzanti come la Redbull. Tutti questi alimenti sono vietati per i cani. La caffeina causa danni gastrointestinali e aritmia cardiaca. In grande quantità può essere fatale.

Diritti fotografici esclusivi di Francesco Baiocchi. Visita la pagina facebook/frbaiocchi e aggiungi un LIKE!